Attraverso la notte #4 – Elisa

Cominciamo a pubblicare i progetti personali sulla dei partecipanti alla camminata notturna autunnale. Cominciamo con Elisa.


I SEGNI DELL’UMANO CHE NELLA NOTTE RACCONTANO STORIE DI VITA

Tappeti sul marciapiede fuori da un negozio etnico, sacchetto di vestiti, un barattolo di marmellata, macchine, un furgoncino blu, dentro un piccolo teatro una rosa secca, libri accatastati, un pezzo di straccio, una scala tipo quella da imbianchino, ufficio grande illuminato, tutto illuminato, vestiti appesi ad un attaccapanni e sulle sedie delle borse appese.
Come vetrina.
Teatro con dentro un parco giochi, un biscotto (ne è rimasto proprio un morso), una redbull, un giornale.
I lavori di notte, quelli che puliscono le strade, li senti da lontano che fanno rumore.
L’autista di un autobus fermo nel parcheggio ed i ponteggi per i cestini. Mucchi di cartoni ed i cartoni della pizza. Una bici posteggiata.
Ma dove sono tutti?
Due signore su una panchina. Il muro bianco con scritto “Basta sgomberi uniti si vince”. Dietro un cantiere illuminato a giorno si vedono delle ruspe. Scuola di italiano per stranieri su un cestino dell’immondizia.
“Qui si giunge per ritrovare casa. Qui si parte per andare altrove”.
Su un cancello “…e quindi uscimmo a rivedere le stelle”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...